Azienda Agricola Cagliero

Storia

L'Azienda Agricola Cagliero è specializzata nella produzione di uve di qualità, dalle quali si ottengono i più famosi vini rossi piemontesi. L'attuale superficie vitata netta ammonta a circa 6 ettari dove si coltivano le classiche uve delle Langhe: Dolcetto, Barbera, Nebbiolo, Freisa più una piccola parte di uve bianche (Arneis, Favorita e l'internazionale Sauvignon Blanc).

Tutti i vigneti presentano una ottima esposizione, cioè Sud, Sud-Est e sono situati in zona collinare di media pendenza con altitudine media di 300 m, sul terreno marnoso/sabbioso dell'epoca terziaria. Nella proprietà sono compresi i crus Ravera e Terlo. La capacità produttiva risulta di 45/50.000 bottiglie di vino all'anno.

La cantina

Tutti i processi produttivi sono rivolti all'ottenimento di vini della massima qualità, come è ampiamente riconosciuto da importanti Guide e Concorsi nazionali ed internazionali.

Ma soprattutto, si è scelto di mantenere quanto più possibile la tipicità dei vini prodotti, che sono unici al mondo per le loro caratteristiche e quindi di seguire i tradizionali processi produttivi. Tuttavia sono utilizzati i più moderni macchinari e mezzi per la lavorazione, in massima parte in acciaio inossidabile: pressa soffice, i cosiddetti irroratori o fermentini per la prima fermentazione, speciali contenitori per avviare la fermentazione malolattica, ecc..

Per i grandi vini rossi, la prima fermentazione tumultuosa è normalmente fatta avvenire in "vasche" in cemento con rivestimento ceramico, che assicura facilmente la più completa pulizia. Quindi, il prodotto viene mano a mano trasferito negli opportuni contenitori e botti in base alle proprie caratteristiche, fino alla completa trasformazione in vino.

Per l'invecchiamento è utilizzata una vasta serie di botti di vario tipo e capacità in differenti tipi di legno: barriques in rovere francese Allier, tonneaux in rovere francese Allier, caratelli in rovere di Slavonia, botti in rovere di Slavonia.

Le doghe che costituiscono tutti questi contenitori, sono ottenute mediante spaccatura e non taglio, e subiscono una media tostatura.

Ovviamente, barriques e tonneaux sono di capacità standard e sono utilizzati per un limitato periodo di tempo e quindi rinnovati in un continuo turn-over.

Le botti in rovere di Slavonia sono di maggiore capacità e sono utilizzate ormai da parecchi anni, quindi costituiscono un mezzo ideale per l'invecchiamento dei grandi vini rossi.